IL PERCORSO

LE NOSTRE 18 BUCHE

BUCA 1

BUCA 2

BUCA 3

BUCA 4

BUCA 5

BUCA 6

BUCA 7

BUCA 8

BUCA 9

BUCA 10

BUCA 11

BUCA 12

BUCA 13

BUCA 14

BUCA 15

BUCA 16

BUCA 17

BUCA 18

Il mio Campo
Il nostro percorso descritto da Alberto Binaghi: allenatore e responsabile tecnico delle Squadre Nazionali Dilettanti; coach di Matteo Manassero.

"Varese si può definire un campo vecchio solo per la data di nascita; per il resto credo sia un percorso ancora in grado di ospitare manifestazioni importanti.

Il fatto che quasi tutte le buche si stringono notevolmente all’altezza dei 230 metri suggerisce che non sia un campo per “picchiatori” ed è uno dei motivi per il quale, nonostante i notevoli vantaggi portati dalle tecnologie delle nuove attrezzature negli ultimi dieci anni, gli scores non siano scesi cosi drasticamente come in altri percorsi. Oltre alla varietà della natura in cui è immerso, Varese offre 18 buche nelle quali non esistono doppioni, ogni buca è infatti completamente differente dalle altre.

Il campo è stato disegnato su un terreno già di natura molto mosso e la caratteristica principale è quindi che raramente vi capiterà di giocare un colpo con la palla perfettamente in piano. Dal tee inoltre, essendoci molti dog-leg dovete sapere lavorare la palla sia in draw che in fade e in alcuni casi saper rinunciare al drive, per non correre troppi rischi e piazzare la palla nei punti più larghi del fairway con un ferro o un legno 3.
Per quanto riguarda il colpo al green giocherete tutti i bastoni a vostra disposizione nella sacca in quanto vi è un perfetto equilibrio fra le buche lunghe, medie e corte sia che si parli di par 5, 4 o 3.

Per questi motivi, per ottenere buoni risultati a Varese bisogna, essere giocatori completi ed avere tutti i colpi nella sacca!
Un consiglio: per chi avesse problemi con lo slice cerchi di guarire in tempo in quanto, unica pecca del campo, tutti i problemi sono sulla parte destra dei fairways.

La buca più difficile è sicuramente la 16 ma quella dove si può perdere facilmente più di un colpo è la 4. Alcuni greens sono molto mossi e presentano scalini molto accentuati ma, fortunatamente, non sono quasi mai rapidi ed è quindi più facile non incorrere negli odiati tre putts."


 Buon gioco,

×

CALENDARIO GARE 2017

Apri